Vi brucia ancora il 9 febbraio… – L. Quadri

Questo astio nei confronti dell’iniziativa Prima i nostri è del tutto fuori luogo. Sarà perché il presidente del PLR non ha ancora digerito la batosta presa il 9 febbraio 2014, quando il comitato dell’ex partitone si schierò all’unanimità contro l’iniziativa “contro l’immigrazione di massa” e venne asfaltato dalle urne?
Se l’iniziativa Prima i nostri fosse davvero inutile, perché scaldarsi tanto? Che fastidio darebbe? Invece, evidentemente, l’iniziativa inutile non è, altrimenti non susciterebbe tanta stizza. Chi si oppone all’inserimento della preferenza indigena nella Costituzione come principio vincolante può avere un solo motivo per farlo: semplicemente, non vuole la preferenza indigena. L’iniziativa Prima i nostri è un 9 febbraio ticinese. Il controprogetto lo sostengono quei partiti che hanno fatto campagna contro il 9 febbraio. Quelli che hanno sempre voluto, e tuttora vogliono, la libera circolazione senza alcun limite. E i ticinesi dovrebbero fidarsi? Dovrebbero credere a chi propina l’inverosimile tesi che per attuare in modo efficace la preferenza indigena bisogna inserirla nella Costituzione cantonale non come obbligo ma come fumoso auspicio?

Lorenzo Quadri, Consigliere nazionale Lega
http://www.tio.ch/News/Ticino/Politica/1103549/Rocco-Cattaneo-spara-a-zero–Quell-iniziativa-vende-solo-fumo-/Mobile