Lettera ai Consiglieri agli Stati Lombardi e Abate – P. Marchesi e M. Chiesa

Onorevoli Consiglieri agli Stati Abate e Lombardi,

il 21 maggio 2000, il Popolo svizzero è stato chiamato alle urne per approvare il pacchetto dei Bilaterali I, negoziati tra la Confederazione e l’Unione europea. Le svizzere e gli svizzeri hanno largamente approvato questi accordi con ben il 67,2% dei consensi mentre, in controtendenza, il Ticino li ha sonoramente bocciati con una maggioranza di contrari pari al 57%. Il motivo principale di tale forte opposizione è sostanzialmente da ritrovarsi nell’avversione rispetto all’accordo riguardante la libera circolazione delle persone. Nelle votazioni successive a questa storica data, il nostro Cantone ha sempre confermato la sua contrarietà a questo accordo e alla sua conseguente estensione. Il 25 settembre 2005 ha infatti espresso un no chiarissimo (63.9%) all’estensione della libera circolazione alle persone provenienti dai dieci nuovi Stati membri dell’UE e alla revisione delle misure di accompagnamento. L’8 febbraio 2009, le ticinesi e i ticinesi hanno inoltre democraticamente rifiutato il rinnovo dell’accordo sulla libera circolazione delle persone dopo il 2009 e la sua estensione a Bulgaria e Romania con un pesantissimo 66.1% di contrari. Continua a leggere “Lettera ai Consiglieri agli Stati Lombardi e Abate – P. Marchesi e M. Chiesa”